Viaggio d’istruzione al Parco Nazionale d’Abruzzo

da | Mag 11, 2019 | News, slides | 0 commenti

I giorni 9 e 10 maggio 2019, le classi 3° A-B-C della Secondaria di I grado M. Gabellini dell’I.C. di Coriano, accompagnate dagli insegnanti M. Cavallucci, G. Deli, R. Michelini, C. Nuciari e R. Zangheri,  si sono recate al Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise per una visita di due giorni tra natura, arte e cultura.

Il primo giorno, dopo la pausa pranzo a Pescina, celebre per aver dato i natali al Cardinale Giulio Raimondo Mazzarino ed allo scrittore Ignazio Silone, ci siamo recati in visita all’Abbazia di Santo Spirito al Morrone a Sulmona. L’Abbazia ha rappresentato per secoli il più importante e celebre insediamento della Congregazione dei Celestini nonché il fulcro della vita culturale, religiosa e civile di un vasto territorio. Le sue origini sono legate alla figura di Pietro di Angelerio, monaco benedettino, eremita, fondatore dell’ordine dei Celestini e Papa con il nome di Celestino V. Sarà lui a iniziarne la costruzione ampliando probabilmente la chiesetta di Santa Maria risalente alla prima metà del XIII secolo e promuovendo poi la costruzione di una nuova chiesa dedicata allo Spirito Santo con annesso Monastero.

clicca (dedicata al nostro impeccabile organizzatore)

Nel corso dei secoli l’Abbazia ha subito varie fasi di ampliamento ed ha cambiato diverse destinazioni d’uso: adibita dapprima a Collegio Reale dei tre Abruzzi, poi ad ospizio di mendicità quindi a quartiere militare con annesso ospedale, nel 1868 viene trasformata in casa di reclusione e sarà tale fino al 1993. Attualmente vi si svolgono visite guidate, conferenze, eventi espositivi e concerti che stanno trasformando il complesso in un centro propulsore di cultura.

Nel tardo pomeriggio siamo giunti a Pescasseroli per una breve escursione al Centro Visita, dove abbiamo potuto vedere numerosi esempi della fauna locale, come l’orso marsicano, due lupi, un cervo, l’istrice ed altri animali… Dopo un giro a piedi nel centro del paese, siamo arrivati in albergo.

Il giorno dopo siamo ripartiti per il Feudo Intramonti, nel comunne di Civitella Alfedena, dove siamo stati accolti da un rappresentante del corpo dei Carabinieri forestali e da una bravissima guida che ci hanno illustrato le caratteristiche del territorio e la vita degli animali che lo abitano.  Il video che segue ci è stato gentilmente fornito dai Carabinieri forestali

Siamo poi ripartiti a piedi per la parte più emozionante del viaggio: la Camosciara!  Un ambiente incontaminato che, con le sue guglie e creste frastagliate di dolomia bianca e grigia, è molto simile nella struttura e nell’aspetto alle montagne dolomitiche alpine.  Dopo quasi 3 chilometri di cammino, siamo arrivati allo spettacolo della cascata delle Ninfee, posto magico ed incontaminato, che fa perdere la cognizione del tempo (e anche … l’equilibrio!)

Nel pomeriggio, pranzo in albergo e poi visita alla bella città di Sulmona, patria del poeta romano Ovidio. Qui abbiamo ammirato il complesso della Santissima Annunziata, il duomo di San Panfilio, la statua di Ovidio e ci siamo lasciati catturare dalla magia dei confetti della fabbrica Pelino. Il viaggio, intenso e molto interessante, è terminato con il ritorno a Coriano alle ore 22.

Appunti finali del viaggio… (clicca sull’immagine)